Compleanni rubati – CdMF

Passano i giorni, come in un film già visto, e tra le maglie del presente si annidano i momenti delle primavere passate, quelle vissute fuori di casa. È così che si accende il ricordo delle giornate vissute con un’amica speciale, di un compleanno rubato lontano già dalla fine dell’amicizia e irraggiungibile a causa dell’isolamento.

Leggi tutto

Il 20 maggio in isolamento – mi diario de cuarentena.

Iniziamo il diario di oggi con la testimonianza di Hassan Bachir e la sua storia di amore e solidarietà. Continuiamo, come al solito, con il diario di Hamudi che ci racconta del 20 di maggio, una data speciale per il popolo saharawi e per il Fronte Polisario.

Leggi tutto

Io resto in strada – CdMF

Paolo non capisce mai nulla, è sempre in ritardo e manca sempre gli appuntamenti importanti. Paolo non può restare a casa, lui resta in strada mentre il mondo attorno si sta chiudendo nelle proprie abitazioni. Paolo non è solo, anche se così sembrerebbe, perché vedrete che Paolo è uno che non si può dimenticare facilmente. Cari lettori, cari ascoltatori, vi presentiamo Paolo…

Leggi tutto

Sembra che i giorni non siano più gli stessi – mi diario de cuarentena

Sembra che i giorni non siano più gli stessi, è vero che siamo chiusi tra quattro mura, ma le nostre menti possono viaggiare e conoscere altri mondi attraverso l’arte, la musica e il cinema…

Leggi tutto

I figli delle nuvole – podcast

Ascolta questo podcast per scoprire anche tu questo popolo meraviglioso, capace di riflettere una purezza ed una semplicità tanto disarmanti quanto emozionanti. Buon ascolto!

Leggi tutto

Reparto Covid – CdMF

Sam fa le pulizie in un reparto Covid e da due mesi la sua vita non è più la stessa. I ritmi sono scanditi dal ricambio continuo dei guanti, dall’automatizzazione dei gesti e del mantra che rimbomba in testa da inizio a fine turno: sanifica e igienizza. Mentre fuori il mondo scorre, dentro al reparto Covid sembra che ogni cosa si ripeta in loop. Vestizione, pulizie, svestizione. Ma a volte anche le peggiori giornate possono essere stravolte da un raggio di speranza.

Leggi tutto

Il caso numero 15 a Tindouf e il 10 Maggio dei saharawi – mi diario de cuarentena

I saharawi sono conosciuti per essere un popolo paziente, siccome aspettiamo da più di 45 anni la nostra libertà: siamo i figli delle nuvole.

Leggi tutto

Un telescopio sui pianerottoli, Clelia – CdMF

Enigmi al tempo del corona virus. Valerio, il volontario di Auser Bologna si imbatte nel mondo di Clelia, fatto di rebus, circoli e furbi consigli. Tra un nuovo pianerottolo e una calda rampa di scale fioriscono anche alcune sorprese.

Leggi tutto

Il giorno in cui il nemico è arrivato molto vicino – mi diario de cuarentena

Oggi il nemico è alle porte e il diario di Hamudi si tinge di tristezza e paura.
Continua il racconto della quarantena vista dai campi saharawi. In una situazione sospesa ed estenuata dal lungo esilio e da una apartheid silenziosa il grido di questo popolo è sempre più soffocato dalla attuale situazione di pandemia. Speriamo che questo diario possa arrivare a sempre più persone e che il popolo saharawi possa essere sempre meno solo in questa battaglia.

Leggi tutto

Un telescopio sui pianerottoli. Annamaria – CdMF

Fuori dalla porta di casa, il mondo fuori non è accessibile a tutti. Per molti il proprio mondo diventa sempre più piccolo e a volte sta un po’ stretto, come per Annamaria, beneficiaria di AUSER Bologna che una volta a settimana incontra Valerio, un volontario. Il telescopio sul pianerottolo di Annamaria guarda lontano e i ricordi e i viaggi di una vita le permettono ora di conoscersi più a fondo e di dare forme nuove a quanto è meritevole di gratitudine.

Leggi tutto

Ramadan e quarantena – la quarantena nei campi saharawi

“Sembra un funerale, il silenzio sta riempiendo de strade di Smara, si muove liberamente senza il permesso di nessuno.”
Continuiamo a pubblicare il diario di Hamudi, attraverso la sua testimonianza ci arriva il racconto della quarantena nei campi profughi saharawi.
Provate ad immaginare di non avere internet veloce, provate ad immaginare per molto del tempo di non averlo proprio. Immaginate di non avere acqua corrente, di non avere economia, sanità, di avere l’energia elettrica razionata, il cibo razionato, di non avere auto, mezzi pubblici, strade asfaltate, medicinali… provate ad immaginare tutto questo in quarantena, pensate che è appena cominciato il Ramadan.
I Saharawi, popolo con una storia e una cultura a cui siamo profondamente affezionati, stanno vivendo esattamente così questi giorni di isolamento.

Leggi tutto